Il Blog continua su Vezza.maison


REVIVAL '70



Lunedì è la giornata dei buoni propositi, si sa. Il nostro, per questa settimana, è di riuscire a seguire di più il blog, ora che sono passati rinnovo locali, trasloco e inaugurazione.
Ricominciamo dopo due mesi di silenzio con una "pillola vintage" di Cristiana. 
Vi siete accorti che gli anni '70 sono ovunque?



Le passerelle, e non solo, hanno eletto un grande ritorno per questa Primavera/Estate: gli anni ’70 in tutte le declinazioni possibili e immaginabili. Sono gli anni in cui esce l’ultimo disco dei Beatles, si prosegue nella lotta per il raggiungimento della parità uomo-donna e nasce la generazione dei “figli dei fiori”.





Chiamati così per il compimento di innumerevoli interventi pacifisti (soprattutto nel decennio precedente quando imperversava ancora la guerra in Vietnam), ebbero la loro consacrazione durante il festival di Woodstock, negli Stati Uniti. La moda che deriva da questo periodo vuole rappresentare la libertà e la semplicità con la quale si cercava di vivere un decennio non facile. I colori sgargianti servivano per allontanare la paura della guerra e delle bombe. 



Tornando ai giorni nostri, vediamo come le vetrine si riempiono di top mini da indossare con i pantaloni a zampa d’elefante, caftani colorati che permettono ampia libertà di movimento e sono ideali per tutte le forme del corpo e bluse oversize. 



Non mancano le frange e il camoscio, quest’ultimo non solo per scarpe e borse ma anche in versione sartoriale. Spopolano tra le ragazze gli short di jeans. Diventati celebri grazie alle forme dell’attrice Catherine Bach, diventano ben presto sinonimo di femminilità e sensualità degli anni settanta. 






0 commenti:

Posta un commento

 

Meet The Author